Leaderboard Ad

Shock Anafilattico: video

0

Lo shock anafilattico è la più grave tra le reazioni allergiche, per cui è di fondamentale importanza che il medico (ed il paziente) siano preparati a dover affrontare questa situazione di emergenza.

“Se lo conosci lo eviti, se lo conosci non ti uccide” recitava una pubblicità anni ’80 su una delle epidemie di terribili di malattie trasmissibili: l’AIDS. Questo slogan, di grande impatto, purtroppo non è valido anche per lo shock anafilattico. O meglio, è valido solo a metà. Perché purtroppo prestare attenzione ad evitare gli allergeni – nel soggetto a rischio – ed essere preparati ad affrontare la reazione può non essere sufficiente. Tuttavia, anche nel caso dello shock anafilattico, l’informazione – del medico e del paziente – è di fondamentale importanza per ridurre i rischi: sia il rischio che la grave reazione allergica si verifichi, sia che essa abbia delle conseguenze gravi.
Potete qui vedere il video di una presentazione che ho tenuto ad un recente corso di aggiornamento per allergologi, proprio sul tema della gestione dello shock anafilattico.

Prima parte


La prima parte, di introduzione, vuole ripercorrere brevemente i concetti generali: dalla definizione di shock anafilattico alle caratteristiche epidemiologiche. Inoltre, viene introdotta l’importanza della terapia con adrenalina – attualmente raccomandata da tutte le linee guida internazionali sul trattamento dell’anafilassi.

Seconda parte


Nella seconda parte, alcuni aspetti più approfonditi sulla terapia con autoiniettore di adrenalina vengono presi in considerazione. In particolare, mi soffermo sull’esperienza di un corso di addestramento all’uso dell’autoiniettore di adrenalina – rivolto ai pazienti ed ai loro familiari – che prevedeva sessioni di simulazione avanzata, tenute all’interno di un centro dedicato alla simulazione in medicina. Il riscontro da parte dei partecipanti è stato molto incoraggiante.

Terza parte


Nella terza e ultima parte vengono prese in esame le recenti linee guida dell’European Academy of Allergy and Clinical Immunology (EAACI) sul trattamento dello shock anafilattico, pubblicate nel 2014. Alcuni aspetti particolari della terapia con adrenalina vengono presi in esame, insieme alle terapie di secondo livello, da utilizzare dopo aver somministrato adrenalina.

Leggi anche: Dieci cose (importanti!) da sapere sullo shock anafilattico >>

Condividi.

Info Autore

Sono medico, allergologo ed immunologo, editor-in-chief di Allergia e Salute. Se hai trovato utile questo articolo clicca Mi piace! e condividilo. Se vuoi contattarmi per un consiglio o una visita clicca qui >>

Commenti chiusi.